Playlist

giovedì 8 dicembre 2011

Chi è senza peccato...

Io non faccio grandi discorsi a volte, ma butto lì un pensiero in modo da dare la possibilità di fermarsi un attimo a pensare. E ciò che " butto lì " è frutto di esperienze avute, di ricerche profonde ma anche di ragionevoli confronti con la vita, di confronti tra il bene e il male. In fondo basta pensare che il destino ci è dato da energie di cui anche noi siamo fatti e che arrivano dal macrocosmo, verso noi "microcosmo", ma che gran parte di esso dipende da noi, perchè ogni effetto della nostra vita arriva dalla causa che abbiamo precedentemente "costruto". Precedentemente quanto? Mah, a volte anni, a volte...vite. Già,vite. Perchè la reincarnazione è la sola ragionevole legge divina, e non ci provino a farci credere che l'inferno aspetta chi pecca quaggiù, perchè l'inferno è già qui. Lo viviamo nella vita stessa, come viviamo il purgatorio e a volte piccoli attimi di paradiso. Tutto sempre secondo la causa/effetto, il karma e i nostri passi. Insomma, non esiste un inferno che dannerà in eterno, e non sarebbe nemmeno giusto. Esiste invece la libertà di seguire la strada che si vuole, tanto prima o poi pagheremo le conseguenze o raccoglieremo i frutti, questa è una tappa certa. E la vita è un dono, perchè abbiamo tutte le possibilità necessarie per arrivare...a Dio, a quella parte di noi nascosta e che prima o poi dovrà uscire fuori. Prima o poi tutti dobbiamo imparare l'Amore Universale dimenticando ogni altro sentimento che ci impedisce di farlo. Molte tragedie accadono perchè NOI abbiamo causato questi effetti, e non c'è certo da chiedersi PERCHE' DIO PERMETTE QUESTO? Cosa c'entra Dio? Siamo liberi di sbagliare proprio per imparare. I misteri della vita sono ben più saggi di quanto ci voglia far credere "qualcuno"... Cristo è esistito? E' storia! Ma chi era Gesu'? Io non voglio sfasciarmi la testa a cercare di capire CHI ERA: certamente era qualcuno che predicava l'amore, che predicava il bene e non il male, che non vestiva lussuosamente e che assolutamente non parlava "materialmente" ma spiritualmente. Ora prendiamo una frase da Lui detta e vediamo com'è stata "accolta" dall'uomo...o meglio, dal cattolicesimo:
TU SEI PIETRO, E SU QUESTA PIETRA EDIFICHERO' LA MIA CHIESA.
Oggi vediamo la ricchezza e il potere proprio dove, secondo gli insegnamenti, non dovrebbe esserci. Con quella frase Cristo non voleva dire all'uomo di costruire materialmente ma spiritualmente: la PIETRA è forza, indica la FEDE, ed era dalla fede che doveva costruirsi il regno di Dio. Non certo dai mattoni, non certo dall'oro, non certo dalla potenza della ricchezza.
CHI E' SENZA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA.
Il giudizio non è compito dell'uomo, ma della legge divina e naturale, che senza giudizi di sorta porterà alla comprensione del male fatto ad ogni anima, la quale "s'impegnerà" poi a tornare sul banco di prova "la vita" per la sua purificazione. Non sta a noi giudicare, e non sta all'uomo santificare, poichè santo è soltanto Dio. Nessuno può prendere le decisioni al posto del Divino.
LASCIATE CHE I BAMBINI VENGANO A ME:
Perchè l'anima che non dimentica i sentimenti puri è già vicina a Dio e a sè stessa. E i sentimenti puri non hanno fini materiali nè ragionati. Esistono e basta.
Sopra di noi c'è un Universo che non ha spazio, è INFINITO. La mano dell'uomo lì non può arrivare, ed è l'unico SPAZIO che non riuscirà a distruggere. Perchè sopra di noi è Dio. Sopra di noi i destini. Sopra di noi...il mistero dell'eternità.
Per finire, non disperdiamo malamente le nostre energie. Per arrivare al "fulcro" della vita dobbiamo arrivare a Dio, e per arrivare a Dio dobbiamo arrivare alla nostra anima, Per arrivare alla nostra anima non dobbiamo vivere proiettati nel materiale ma nello spirito. Non la ragione ci avvicina a Dio, ma il cuore. Non le strade facili ci avvicinano a Dio, ma quelle dissestate. Non la subdola realtà ci avvicina a Dio, ma la ricerca di ciò che si nasconde in essa.

laura,20 aprole 2009

Nessun commento:

Posta un commento