Playlist

venerdì 9 dicembre 2011

Modanomala

La moda va sempre di moda.  A volte però esagera su piccoli o grandi particolari e quindi, razionalmente, si nota un "disquilibrio" con l'equilibrio. Per esempio prendiamo i giovani d'oggi: avete notato come portano i jeans? O indossano quelli a mò di pinguino, dove sparisce completamente il corpo dalla vita in giù e dove "il cavallo imbizzarrito" arriva quasi al ginocchio oppure indossano jeans dove la cinta parte praticamente da metà "sedere" mentre l'altra metà sfoggia apertamente un paio di mutande. Ok, la moda è moda, ogni moda forse vuole rappresentare qualcosa, ma ci sono eccessi che rasentano il limite dell'èlite. Come, a mio parere, quello che ho appena citato. Personalmente adoro i jeans a vita bassa e quando penso a quelli degli anni 80/90 con la cinta che partiva quasi sul petto mi viene da sorridere. Ma la moda era moda anche allora e a dire il vero quei jeans " a dolce vita"  fasciavano però il corpo in modo perfetto. L'evoluzione è anche nella moda come in ogni altro aspetto della vita, ed è giusto che sia così. Quello che non capisco è perchè la massa voglia seguirla senza il beneficio della scelta: se la moda attuale implica l'eccesso, perchè seguirla per forza? Perchè c'è chi la segue perchè gli piace ma c'è anche chi lo fa "perchè tutti lo fanno". Credo che in ognuno ci dovrebbe essere la mano della propria personalità, scelgo una moda che mi piace ma non troppo, la cambio in qualcosa e mi sento a mio agio. Invece spesso succede che scelgo una moda che mi piace ma non troppo, la seguo per filo e per segno e mi sforzo di sentirmi a mio agio. Ahi ahi ahi...ma perchè ci lasciamo schiavizzare anche laddove si potrebbe evitare? Mah! In fondo cosa c'è di male a seguire l'onda della moda anche se è anomala? Magari siamo noi ad essere chiusi di mente, magari non comprendiamo le nuove generazioni, perchè ditemi cosa c'è di strano nel passare davanti  alla vetrina di un negozio e vedere esposto qualcosa del genere.
® © laura, 2010 marzo

Nessun commento:

Posta un commento